« Indietro
DGJEQF

FARMA INDUSTRIA TICINO - Associazione ticinese delle industrie chimiche e farmaceutiche


Indirizzo

casella postale 5130 - Corso Elvezia 16

6901 - Lugano

Contatto

+41919118486

+41919234636

info@farmaindustriaticino.ch

Stefano Modenini, segretario

Informazioni

Associazione

Chimica, farmaceutica

Giorgio Calderari (Helsinn Healthcare SA, Pazzallo)

Altri membri di Comitato:
Fabio Bernardi (IBSA Institut Biochimique SA, Pambio Noranco)
Luca Bolzani (Micro-Macinazione SA, Monteggio)
Fabrizio Camponovo (Ginsana SA, Bioggio)
Gabriel Haering (Cerbios-Pharma SA, Barbengo)
Augusto Mitidieri (Sintetica SA, Mendrisio)
Piero Poli (Rivopharm SA, Manno)
Giampiero Roncoroni (Zambon Svizzera SA, Cadempino)

L'Associazione ticinese delle industrie chimiche e farmaceutiche (FARMA INDUSTRIA TICINO) è un'organizzazione privata con sede a Lugano che è stata fondata nel 1980, con il nome di ATICEF (Associazione ticinese delle industrie chimiche, farmaceutiche e cosmetiche).
L'Associazione conta attualmente 24 imprese associate, che danno lavoro a 2000 dipendenti e che raggiungono un fatturato annuo totale di circa 1.1 miliardi di franchi svizzeri. Si può quindi senza dubbio affermare che la FARMA INDUSTRIA TICINO raggruppa la maggioranza più significativa delle imprese ticinesi dello specifico comparto. L'effettivo medio del personale delle imprese associate a FARMA INDUSTRIA TICINO si attesta sulle 80 unità e risulta essere quindi superiore al valore medio fatto registrare dall'intero comparto industriale ticinese (dimensione media di 50 dipendenti).

L'industria chimico-farmaceutica ticinese è relativamente giovane. Infatti, pur con qualche significativa eccezione, la maggior parte delle imprese ha iniziato la propria attività nel secondo dopoguerra.
I pionieri, in piccola parte attivi ancora oggi, furono soprattutto chimici, farmacisti e medici - per lo più ticinesi - intenzionati a sviluppare e commercializzare qualche loro prodotto, composizione o ricetta. Principalmente tecnici, quindi, che tracciarono questa nuova via con attività di tipo essenzialmente artigianale.

Un secondo gruppo di imprese ed una conseguente nuova fase di evoluzione ebbero modo di svilupparsi attorno al 1960, determinando un periodo durante il quale si concretizzò una prima trasformazione della mentalità degli imprenditori, da artigianale ad industriale. Fu qui che allo stesso tipo di persone, come detto di formazione prevalentemente tecnica e che aveva dato origine ai primordi dell'attività, si affiancarono strutture aventi una più spiccata e professionale predilezione verso la produzione standardizzata e la vendita.

Entrambe le categorie di imprese, in modo sostanzialmente parallelo, sono però state in grado, a partire dalla seconda metà degli anni '70, di affermarsi e di consolidare la loro struttura. Conquistando i mercati di vendita e ampliando e rinnovando gli impianti di produzione, questi operatori hanno compiuto un vero e proprio salto di qualità, raggiungendo una loro propria e chiara immagine, oggi riconosciuta anche dal punto di vista più strettamente scientifico. L'industria farmaceutica ticinese detiene infatti formule e brevetti, di estrazione e produzione, registrati in tutto il mondo.

All'inizio degli anni '80, infine, è iniziata l'ultima fase di sviluppo che, protraendosi fino ai giorni nostri, ha impresso notevole forza all'affinamento delle principali tecniche strategico-industriali.
E' così che, gli ultimi anni, hanno visto determinarsi uno sviluppo più che positivo ed una costante e graduale crescita.
Da un lato il settore lancia sul mercato sempre nuovi prodotti originali, frutto spesso della giovane ma efficace e dinamica attività di ricerca e sviluppo, dall'altro incrementa l'esportazione, migliorando vieppiù le capacità competitive delle aziende.
L'insieme delle imprese del Canton Ticino è attivo prevalentemente nell'ambito farmaceutico (prodotti farmaceutici, sostanze organiche e inorganiche).
Dal punto di vista qualitativo, le specialità prodotte dall'industria chimico-farmaceutica ticinese rispondono ai criteri internazionali di buona fabbricazione.
Una testimonianza del dinamismo del settore può essere portata dal fatto che buona parte del fatturato viene oggi conseguito all'estero. Pur se indirizzata principalmente verso l’Italia e la Germania, l'esportazione interessa oltre 120 Paesi distribuiti nei cinque continenti.

Una prova, questa, non solo dell'originalità e della qualità dei prodotti, ma anche dell'efficienza dei servizi di marketing e di vendita nelle singole imprese.
A livello cantonale, l'industria chimico-farmaceutica spicca in modo particolare per il suo importante tasso di investimento annuo e per le distinzioni che si guadagna per l'alto grado di professionalità e di creatività.
FARMA INDUSTRIA TICINO è associata in Ticino all'AITI, sua associazione di riferimento per il comparto industriale e collabora con le diverse e più importanti associazioni svizzere del ramo chimico - farmaceutico.

Tra i molteplici campi di attività dell'associazione, è opportuno ricordarne i principali:
- promuovere la collaborazione e lo scambio di opinioni ed esperienze tra le singole imprese del settore,
- rappresentare gli associati di fronte all'opinione pubblica, ai mezzi di informazione, alle Autorità politiche e ai diversi Enti pubblici e privati,
- assicurare la presenza di FARMA INDUSTRIA TICINO presso le diverse associazioni industriali o specifiche del ramo chimico - farmaceutico in ambito cantonale e nazionale,
- collaborare con i settori economici affini.

Altro tema all'interno del quale FARMA INDUSTRIA TICINO porta un suo specialistico contributo, è quello della formazione professionale.
Una volontà, questa, dettata fra l'altro dalla necessità, sempre attuale, di scoprire e formare i futuri collaboratori delle imprese.
L'attività dell'associazione, su questo specifico argomento, è imperniata sulla promozione di tutte le opportunità formative destinate ai giovani e legate alle professioni del settore.
Più in particolare FARMA INDUSTRIA TICINO organizza i corsi d'introduzione destinati ai giovani che svolgono il tirocinio nelle professioni di laboratorista in chimica, di laboratorista in biologia e di preparatore chimico tecnico. I giovani apprendisti hanno così modo di essere seguiti ed aiutati nelle loro quotidiane esperienze da una serie di docenti che, proprio per la loro caratteristica di essere attivi professionalmente in imprese industriali, sono in grado di adattarne le conoscenze in modo strettamente collegato alle concrete esigenze aziendali.


Data aggiornamento 01.04.2009
 
 
Su

Username o email:

Password:

cancella testo (antispam)


Ricordami

Password dimenticata?