La bilancia commerciale ticinese – L’export cantonale nel 2017

La bilancia commerciale ticinese
L’export cantonale nel 2017

La bilancia commerciale ticinese è stata elaborata dall’Osservatorio delle Dinamiche economiche (O-De) e presenta un’analisi dei flussi commerciali ticinesi nel contesto internazionale.

Nel 2017 dal Ticino sono stati esportati beni per circa 6 miliardi di franchi, mentre ne sono stati importati per 9 miliardi.

Il settore chimico-farmaceutico contribuisce per il 26% delle esportazioni

Le aziende ticinesi sono fortemente specializzate nell’esportazione di prodotti chimico-farmaceutici e dei macchinari ed elettronica (circa la metà delle esportazioni totali).

Il 60% circa del valore delle esportazioni è rivolto verso l’Unione Europea

Il maggiore interlocutore per l’export ticinese è l’Unione Europea (61.9%). Gli USA rappresentano circa un sesto della quota di esportazioni. I mercati in espansione come la Cina e l’India rappresentano una piccola quota dell’export cantonale, rispettivamente 4% e 0,5%.

Confronto con le esportazioni svizzere

Le quota di esportazioni cantonali ticinesi nel 2017 è pari al 2,9% del totale svizzero. La maggior parte della merce esportata al di fuori della confederazione, viene sdoganata da Basilea-campagna e Basilea-città (28,9%). Il Ticino si colloca al 12° posto in questa particolare classifica.

Confronto con l’anno precedente

Nel 2017, le importazioni cantonali sono sensibilmente aumentate rispetto all’anno precedente (+25,5%). L’analisi delle esportazioni mostra una una leggera diminuzione (-3,3%) rispetto all’anno precedente.

Tra i cantoni con una maggiore vocazione verso le esportazioni, solo il Ticino e Argovia mostrano variazioni negative (-3,3% e -13%). Gli altri cantoni registrano una performance simile al dato nazionale o addirittura migliore.

Le esportazioni nel 2017 rispetto al decennio precedente

L’export ticinese presenta un trend in diminuzione a partire dal 2008. Da circa 8,3 miliardi di franchi si è passati a 6,4 nel 2017.

A parte il chimico-farmaceutico, l’export degli altri prodotti rimane pressoché stabile a partire dal 2010.

L’intero documento è scaricabile qui.

Fonte: La bilancia commerciale ticinese, Istituto di Ricerche Economiche dell’Università della Svizzera italiana.