PAMP conferma il suo impegno per la sostenibilità della filiera

La raffineria di metalli preziosi basata a Castel San Pietro è diventata rivenditore autorizzato di oro certificato Fairmined, sostenendo così pratiche sostenibili nelle miniere artigianali. Ha inoltre rinnovato di recente il suo impegno in seno a due importanti organizzazioni attive in favore di una filiera trasparente e responsabile.

Il label Fairmined, così come il relativo standard, è stato creato dall’organizzazione no-profit Alliance for Responsible Mining, con l’intento di favorire modalità responsabili di estrazione dell’oro presso le miniere artigianali o di piccole dimensioni. L’oro certificato Fairmined dunque, come suggerisce il termine, è un oro etico, che viene estratto da comunità di minatori artigianali in modo sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e dei diritti umani.

Questa iniziativa, che ha una valenza globale, ma allo stesso tempo può contare su una gestione a livello locale direttamente sul campo, dimostra di avere un impatto positivo sulle comunità coinvolte in termini di sviluppo sociale e di tutela dell’ambiente e delle risorse. Riconoscendo tale aspetto, PAMP ha deciso di diventare un rivenditore autorizzato di prodotti d’oro estratto secondo lo standard Fairmined. Siglando questo accordo, la raffineria di metalli preziosi supporta il progetto offrendo un accesso al mercato aggiuntivo per questi minatori responsabili e riconosciuti, nonché rendendo l’oro certificato più accessibile per le realtà che desiderano a loro volta sostenere l’estrazione sostenibile di metalli.

Per l’azienda di Castel San Pietro si tratta di un ulteriore passo nel solco di un costante impegno per garantire la sostenibilità e la trasparenza della filiera dei metalli preziosi, che si declina anche tramite la collaborazione con istituzioni ed organizzazioni attive a livello internazionale.

A tal proposito, PAMP di recente ha confermato il suo impegno in seno a Public Private Alliance for Responsible Minerals Trade (PPA), associazione che riunisce realtà provenienti da svariati settori e promuove programmi finalizzati allo sviluppo di pratiche di approvvigionamento responsabili presso i piccoli operatori minerari.

Parallelamente, ha rinnovato la sua partecipazione in qualità di membro attivo del gruppo di lavoro (Multi-Stakeholder Steering Group) istituito dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OECD) e dedicato alla promozione di una filiera dei minerali responsabile. All’interno di questo gruppo, che si riunirà in occasione di un forum a Parigi sul tema (Forum on responsible mineral supply chains) dal 17 al 19 aprile, PAMP si è concentrata in passato e continuerà a focalizzarsi sui metalli preziosi, avendo contributo in modo sostanziale alla stesura di apposite linee guida e adoperandosi costantemente nella loro implementazione.

Per maggiori informazioni: