Meno oneri amministrativi per le imprese svizzere

Il programma della Confederazione per ridurre l’onere amministrativo delle società avanza di buon passo. Tra le 91 misure e mandati d’esame adottati dal Consiglio federale dal 2011, l’80% è stato attuato o progredisce come previsto, indica la Segreteria di Stato dell’economia (SECO).

Il Consiglio federale ha formulato questi 91 misure e mandati d’esame nei tre rapporti pubblicati nel 2011, 2013 e 2015, ricorda la SECO. Al momento ne sono stati implementati 60 e altri 13 stanno per esserlo, conformemente al calendario previsto.

Per quanto concerne il 20% restante, certe misure hanno subito un ritardo a causa della mancanza di risorse finanziarie e di personale. E sei, che sono di competenza del parlamento o dei cantoni, non saranno più portate a compimento.

Si tratta, in particolare, dell’armonizzazione degli orari dei negozi in tutto il paese e dell’aliquota unica per l’IVA, che non hanno raggiunto la maggioranza alle camere federali. Altro esempio: nel settore della fiscalità delle imprese, il trattamento elettronico integrale dell’imposta sull’utile non verrà introdotto in tutti i cantoni.

La SECO precisa che gli effetti e l’ampiezza delle diverse misure sono molto variabili. Sottolinea, ad esempio, il potenziale della digitalizzazione per ridurre gli oneri ammnistrativi. Tuttavia, l’adozione regolare di nuove regolamentazioni neutralizza certi sgravi. Per il Consiglio federale, la riduzione degli oneri amministrativi delle società costituisce pertanto un lavoro permanente.

Fonte: https://www.kmu.admin.ch/kmu/it/home/attualita/news/2017/meno-oneri-amministrativi-per-le-imprese-svizzere.html