Tassa di collegamento: informazioni pratiche

Ultimo aggiornamento 07 settembre 2016

In quali Comuni si applica la tassa di collegamento? Come è possibile ridurre i posteggi per diminuire l’importo della tassa ? Quali sono le conseguenze sulla tassa in caso di nuova edificazione e ristrutturazione di edifici aziendali? Cosa prevede il decreto legislativo per provvedimenti di mobilità aziendale? A quanto ammontano gli incentivi per l’acquisto di navette aziendali o per misure di car pooling?

A queste e ad altre domande dà una risposta questa pagina di approfondimento sulla tassa di collegamento, la cui entrata in vigore è prevista il 1° agosto 2016, che coinvolgerà 194 proprietari di aree di parcheggio (aziende, centri commerciali, Confederazione, Cantone e Comuni) con più di 50 posti auto, presenti in 67 comuni del territorio ticinese.

Nelle leggi, nei regolamenti d’applicazione e nelle presentazioni power point seguenti (presentate nel corso dell’evento sulla mobilità aziendale organizzato da AITI giovedì 7 luglio 2016) troverete:

i dati essenziali della tassa di collegamento, le misure di riduzione della tassa per chi diminuisce il numero di posteggi, le informazioni su tutti gli incentivi alla mobilità aziendale contenuti nel Decreto legislativo ad hoc di 2 milioni di franchi, le conseguenze in caso di nuova edificazione e di ristrutturazione di edifici aziendali (ampliamento compreso).

Vi invitiamo a segnalarci vostre domande e suggerimenti a proposito dell’applicazione della tassa di collegamento, telefonando alla Segreteria AITI (tel. 091 911 84 84) oppure inviando una comunicazione via mail a email hidden; JavaScript is required. AITI provvederà a raccogliere i vostri spunti e a sottoporli all’autorità competente del Dipartimento del territorio per una sollecita risposta nel merito. Grazie.